Oh, merda. Mi ero scordata il disagio di dover mettere sempre un titolo.

A me sta cosa fa un po’ ridere.

Poco più di un anno fa compravo un pc con uno schermo 17 pollici…
[aspetta, faccio un pelo di zoom 150% così ci vedo un cincinin di più]… perchè “ah, così ricomincio a scrivere che mica ho smesso perchè ho il blocco, no! Ho smesso perchè col pc mignon non ci vedo più una beatissima mazza!”. Poi nell’acquisto, non ho capito come, il tipo ci ha appioppato pure un anno di antivirus e pacchetto Office.

Bene benissimo! Ora che ho Word ed uno schermo mega tornerò alla ribalta!
Ovviamente.
Difatti ora m’è scaduto l’anno di Office, mi sono rifiutata di rinnovarlo perchè mannaggiammè pur di non rimettermi a scrivere ho inventato tutte le scuse di questa terra, addirittura ho installato The Sims 2 (che il pc stesso ha inizialmente rifiutato di farsi installare perchè cazzo, no, The Sims 2 no Sid, per piacere, piuttosto fatti un orto verticale in veranda!) e quindi mi ritrovo ad aprire mestamente il buon vecchio OpenOffice come ai vecchi tempi… Buttandomi in una specie di missione kamikaze contro me stessa ed il mio blocco.

Ora, i casi sono due: o racconto per filo e per segno tutti gli avvenimenti degli ultimi due anni ma, detto fra di noi, ma checcefrega, oppure potrei fare un simpatico riassunto in più punti di ciò che ho imparato in questo periodo prima di tornare alle cose serie (o magari sparire altri due annetti, non so, vedo come mi gira domattina)…

Vabbè, che dirvi, andiamo per punti che stiam più tranquilli:

  1. Se hai uno sprizzo di voglia di maternità non cercare di colmarla acquistando un pesce rosso perchè “tanto non è che durano poi tantissimo”, potresti ritrovarti due anni dopo con un catamarano con le pinne che sguazza in cucina che ha finto la morte per due volte (resuscitando sempre!) e che sopravvivrebbe anche alle testate nucleari.
  2. Non mettere il tuo neonato e faticosamente partorito romanzo nelle mani di editori che sono talmente bravi e preparati da mandarlo in stampa con errori di battitura, di impaginazione ed il titolo sbagliato pure sulla costa… e soprattutto che non ti rispondono a mail e telefonate.
  3. Non fidarti di chi ti chiede denaro per un progetto ma “non come bonifico, poi ti spiego” ed ovviamente non ti spiega (e guarda caso non risponde a mail e telefonate quando gli fai notare che il progetto è fatto con il culo e pubblicizzato meno della Sagra dello scarafaggio di Cittàlaggiù.)
  4. Rileggi i punti 2 e 3 e datti della cogliona per la centordicesima volta ma poi anche basta perchè hai passato un anno abbondante a leccarti le ferite all’ego e magari è ora di reagire un momentino.

    11146100_10206390258308012_4557090262285561110_o

    Per dovere di cronaca… puoi trovare il libro QUI, QUI e QUI

  5. Se smetti la pillola anticoncezionale perchè hai dei valori che non ti permettono di prenerla, non cadere dalle nuvole se ti tornano i brufoli e soprattutto non deprimerti nascondendoti dal mondo per mesi, piuttosto spendi tutti i soldi di tuo marito in correttori e fondotinta efficaci… la terapia dello shopping da Sephora è sempre la migliore!
  6. Ovaio policistico = ogni scusa è buona per comprarmi trucchi e prodotti per la pelle = Sephora ti manda la Gold e tu ti senti Dio perchè sfoderarla alla cassa fa sempre un certo effetto.
  7. Nella vita non sai mai che ti può capitare: esci per cercare una nuova vaschetta per il pesce e torni a casa con un criceto. Pensi che mai prenderai l’alta velocità perchè fa un po’ troppo snob e poi ti ritrovi tutti i lunedì mattina in Business Class verso Milano e se non ti portano il caffettino entro 20 minuti ti prendi pure male. Vai a fare la comparsa in un film e finisci per diventarne la MUA.
  8. A quasi 28 anni non hai ancora imparato a scrivere business nel modo corretto: la prima volta scrivi buisness, poi ti accorgi che sei una capra e correggi. Forse per i 40 ce la facciamo.
  9. Se conosci sul web alcune persone che ti sembrano sociopatiche, anche se avete cose in comune tipo figli nati nello stesso anno, non farti ingannare dagli strascichi ormonali della maternità dandogli il beneficio del dubbio: il tuo sesto senso sulle persone non sbaglia MAI.
  10. Quindi la prossima volta che decidi di iscriverti ad un forum di donne/mamme per stringere legami indissolubili… Installa di nuovo The Sims 2, piuttosto.
  11. Non hai più il fisico di una volta: se ti fai un intero agosto a pranzi e cene fuori condite da alcolici a tutto spiano con gli amici di una vita sappi che l’anno dopo ad agosto ci arrivi coi cento chili in più presi l’estate precedente. Per non parlare poi del fatto che ti sono serviti circa sei mesi per riprenderti dalla fatica… ehm, vacanza.
  12. A proposito di fatiche, prima di prenotare un’altra vacanza in montagna aspetta che Edoardo compia 30 anni, abbia due figli, una moglie, magari un cane e non abbia la minima intenzione di venire. Mai.
  13. Se ti torna uno sprizzo di voglia di maternità non dargli più retta, il decimo animale in casa non ci sta, davvero.13266117_10208258091362671_7429202219920048562_n
  14. Non ridurti ad avere la pressione di un cardiopatico di mezza età di 350 kg perchè non fai altro che reprimere ansie e problemi, chiedi aiuto (e dieci goccine di Valium al bisogno), vedrai che non potrà che farti stare meglio (ma anche il Valium non è male, soprattutto quando devi prendere la metro che ti manda in sbattimento).
  15. Ricordati sempre che nonostante le avversità, la merda più profonda, le paludi di difficoltà e i rovi di problemi hai attorno degli Amici meravigliosi che non sono la tua roccia, no, Loro sono il tuo Himalaya.

Punto bonus: Se sei arrivata a 15 punti vuol dire che non tutto è perduto! Ce la puoi fare! Tira su quelle maniche e rimettiti a scrivere che vuoi mica lasciare tutto il lavoro di blogging all’Alice?
Riprendiamoci la nostra fetta di mercato!

 

…Ma adesso io, questo post, come lo pubblico? Vuoi mica che in due anni io mi ricordi come si usa WordPress!
Beh, se ce la faccio ci sentiamo lì, sennò… E’ stato bello finchè è durato!

13315422_10208302107943058_1591197309155418175_n

Advertisements

3 thoughts on “Oh, merda. Mi ero scordata il disagio di dover mettere sempre un titolo.

  1. Alice che non pubblica da 6 mesi, altro che fetta di mercato! Comunque daje Sid, ci piace un sacco che sei tornata! ❤ La tua Ietta ❤

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s